IMPIANTI ELETTRICI UNIFI SCARPINO PIETRO ANTONIO

Video riassunto IMPIANTI ELETTRICI, realizzato da uno studente del corso di laurea magistrale Ingegneria Elettrica e dell’Automazione presso l’Università degli studi di Firenze. Il corso universitario è tenuto dal professore Pietro Antonio Scarpino, del quale lo studente che ha realizzato il video riassunto ha seguito le lezioni.

Lo studente che ha realizzato questo video riassunto ha superato l’esame con voto 30.

Argomenti trattati:

1-LOAD FLOW: definizione di sistema elettrico di potenza (SEP), rappresentazione degli elementi di rete, calcolo della matrice delle ammettenze nodali, calcolo dei flussi di potenza, metodo di Newton-Raphson e semplificazioni (Carpentier DLF, Stott-Alsac FDLF), approssimazione in corrente continua.

2-CORRENTI DI CORTOCIRCUITO: Teorema di Fortescue, cortocircuito simmetrico (trifase franco a terra o con interposta impedenza), cortocircuito dissimmetrico (bifase isolato (franco o con interposta impedenza), bifase a terra (franco o con interposta impedenza), monofase (franco a terra o con interposta impedenza)).

3-ARCHITETTURA DELLE RETI E APPARECCHIATURE IN MT: rete radiale semplice, radiale doppia, ad anello, combinata, a maglia, banking in linea o banking in maglia, definizioni di tensione nominale e tensione di riferimento dell’isolamento, di corrente nominale e di picco, di corrente nominale di breve durata, sezionatore di linea, sezionatore di terra, interruttori di manovra, interruttori di manovra sezionatori (IMS), interruttori di manovra con fusibili, interruttori.

4-DISPOSITIVI DI PROTEZIONE IN BT: corrente di cortocircuito o corrente di sovraccarico, relé (cosa sono e come si classificano), relé termico, relé magnetico, relé magnetotermico, fusibili, classificazione degli interruttori automatici (limitatori, rapidi, selettivi), corrente nominale di impiego, corrente di non intervento, corrente di intervento, corrente di intervento magnetico, tensione nominale di impiego, tensione nominale di isolamento, tensione nominale di tenuta ad impulso, caratteristiche B, C, D, potere di interruzione di servizio in cortocircuito, potere di interruzione estremo di cortocircuito, potere di interruzione nominale, relé differenziali (tipo AC, A, F, B) selettività fra interruttori differenziali, prove di funzionamento dell’interruttore differenziale, arco elettrico, AFDD, contattori o teleruttori.

5-LINEE ELETTRICHE: aeree o interrate, traliccio, colore dei cavi, materiali dei conduttori, modello della linea elettrica, resistenza chilometrica, costituzione dei cavi (conduttore, isolante, schermo, materiale di riempimento, armatura metallica, isolante esterno), tensione nominale, tensione nominale di isolamento verso terra (U0), tensione nominale di isolamento tra le fasi (U), portata, temperature di servizio, temperature in cortocircuito, caratteristiche particolari di un cavo, comportamento termico del cavo (riscaldamento, raffreddamento, sollecitazione termica per cortocircuito)

6-DIMENSIONAMENTO DELLE LINEE ELETTRICHE: metodo della caduta di tensione ammissibile e metodo della caduta di tensione unitaria (per linee elettriche corte), Metodo dei Momenti Amperometrici ( linea con carico ad una estremità, linea aperta con carichi distribuiti (S=costante), linea aperta con diramazioni a sezione diversa, linea alimentata alle due estremità con sezione uguale (S=costante)).

7-STATO DEL NEUTRO NELLE RETI DI DISTRIBUZIONE MT (E ALTRO): cos’è il neutro, stato di esercizio del neutro, tensione e correnti omopolari, codici dei relé, rete MT con neutro isolato (schema, 51N e 67N), neutro a terra con bobina di Petersen, neutro collegato direttamente a terra, protezioni di cabina primaria, allacciamento alla rete di distribuzione di cabine MT/BT d’utente, soglie dei relé 50-51, 50N-51N, 67N in cabina secondaria, corrente di in-rush del trasformatore, massima potenza del trasformatore da inserire in rete, regolazione dei relé amperometrici.

8-IMPIANTO DI MESSA A TERRA E DISTRIBUZIONE IN BT: massa, massa estranea, contatto elettrico diretto e indiretto, tensione limite di contatto, resistenza del corpo umano, impianto di terra, messa a terra di protezione, di funzionamento o per lavori, scopo dell’impianto di messa a terra, elementi dell’impianto di messa a terra, esempio di messa a terra, tensione di contatto, tensione di passo, sistemi di distribuzione in bt (TT, TN, IT), protezioni di tipo passivo e di tipo attivo per questi sistemi di distribuzione in bt.

9-RISCHIO ELETTRICO: basi legislative, rischio elettrico sul lavoratore e sull’attività, soglia di percezione della corrente elettrica, massima soglia della corrente di rilascio, caratteristica tempo-corrente, caratteristica tempo-tensione, protezione contro i contatti indiretti, sicurezza, pericolo, probabilità di danno, entità del danno, danno probabile, rischio probabile, matrice del rischio, locali contenenti bagni, protezione da contatti diretti, grado di protezione degli involucri, sistemi in categoria 0 (SELV, PELV, FELV).

10- RISCHIO ELETTRICO DA ARC FLASH: cos’è l’arc flash, effetti dell’arco, conseguenze dell’arco, tipi di ustioni, analisi di arc flash, tabella di rischio, distanza di confine, distanze della norma CEI 11-27, valutazione del rischio da arc flash, ATPV, EBT, ELIM, tecniche di mitigazione del rischio da arc flash, arc flash in D.C.

11- RIFASAMENTO INDUSTRIALE E ALIMENTAZIONE DI EMERGENZA: perché rifasare, cosa significa, calcolo del rifasamento, calcolo delle capacità, modalità di rifasamento (distribuito, a gruppi centralizzato a potenza costante o modulabile), alimentazione di emergenza (di riserva o di sicurezza), automatica o non automatica, classificazione, G.E., UPS (VFD, VI, VFI).

12- DOMOTICA E BUILDING AUTOMATION: cosa sono, HBES, impianto tradizionale, sistema domotico, BUS, sensori e attuatori, architettura centralizzata o distribuita, protocollo, classi di applicazione, classi HBES, cavi, telegramma, KONNEX, indirizzamento, limiti di distanza, ragnetto, spazi installativi, accoppiatori di linea, alimentatori, interfaccia dati.

13-DIMENSIONAMENTO LINEE E INTERRUTTORI A SOVRACCARICO E CORTOCIRCUITO: carichi convenzionali (fattore di utilizzo e di contemporaneità), protezione contro i sovraccarichi, protezione contro il cortocircuito, dimensionamento delle condutture in bt a portata, dimensionamento delle condutture in bt a portata per linee interrate, verifica della caduta di tensione.

Anteprima gratuita (guardala gratis):

Disclaimer: “Si ricorda che per video riassunto si intende la spiegazione, di tutto ciò che è necessario sapere per superare l’esame, realizzata da uno studente che tale esame l’ha già superato. Non si tratta assolutamente né della registrazione delle lezioni universitarie tenute dai professori, né di altro materiale altrui. Ogni studente che vende su studemme dichiara di NON avere utilizzato materiale di proprietà altrui e che la spiegazione è frutto di una sua rielaborazione di quanto studiato, come previsto nelle condizioni generali del sito”.

 

IMPIANTI ELETTRICI

1
Video corso completo per superare l’esame

Sii il primo ad aggiungere una recensione.

Accedi per lasciare una recensione
This website uses cookies and asks your personal data to enhance your browsing experience.